«Zitto e nuota, nuota e nuota»

Ve lo ricordate il motivetto intonato dalla simpaticissima pesciolina Dory in Alla ricerca di Nemo? Forse lei no, smemorata com’è, ma ci pensiamo noi a rinfrescarle e a rinfrescarvi la memoria. In caso lo aveste dimenticato, il 17 giugno del 2016 la Pixar approderà nelle sale con un film interamente dedicato a lei: Finding Dory. La pellicola porterà sul grande schermo le avventure di Dory (che in lingua originale ha la voce di Ellen DeGeneres) impegnata nella ricerca dei suoi genitori (doppiati per l’occasione da Diane Keaton ed Eugene Levy) grazie all’aiuto dei pesci pagliaccio Marlin e Nemo tra la grande Barriera Corallina e le coste della California.

Dopo questo riepilogo, passiamo alle notizie fresche fresche: in una recente intervista, il presidente della Pixar Jim Morris avrebbe rivelato alcuni dettagli sul plot del sequel/spin-off. La storia sarà ambientata sei mesi dopo Alla ricerca di Nemo e prenderà le mosse da dove avevamo lasciato i personaggi, cioè nella Barriera Corallina dove vivono i pesci pagliaccio e i loro amici. Mentre conduce una vita tranquilla e cerca di affrontare i quotidiani disagi della sua memoria a breve termine, un giorno Dory segue Nemo in una gita scolastica in cui vede un gruppo di mante migrare verso casa. Questo incontro suscita in lei un grande sconforto, dal momento che non ricorda assolutamente quali siano le sue origini, che la metterà sulle tracce del suo passato.

Sappiamo inoltre dalle dichiarazioni del presidente che «il film sarà per lo più ambientato all’Istituto di Biologia Marina della California, un grande complesso che si occupa ti riabilitazione della fauna marina e che custodisce in un acquario una grandissima varietà di specie. Dory è nata e cresciuta lì. Incontreremo inoltre nuovi personaggi, tra cui un polipo, un leone di mare e una beluga».

Nonostante il film proponga il confronto tra un luogo chiuso e il mare aperto, come in Alla ricerca di Nemo, non avrà lo stesso modello narrativo del primo film, ma si spingerà verso nuove idee e affronterà interrogativi diversi.

In attesa di saperne di più, vi proponiamo una delle scene più memorabili della pesciolina più simpatica del grande schermo!

Fonte: Collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA