Freddie Highmore ha soltanto 21 anni eppure vanta già un nutrito curriculum da attore e un’esperienza invidiabile. Sulla scena da quando aveva sei anni, Freddie, ha recitato con alcuni dei più grandi attori e lavorato con registi importanti: Neverland di Marc Forster e La fabbrica di cioccolato di Tim Burton, entrambi con Johnny Depp, Un’ottima annata di Ridley Scott con Russell Crowe, e la serie di Arthur e il popolo dei Minimei di Luc Besson con Mia Farrow. Ma non solo. È anche un bravissimo doppiatore. All’attivo ha i personaggi di Pantalaimon ne La bussola d’oro, Astro Boy nell’omonimo film, Trailbreaker nella serie Transformers Prime e adesso ha dato la voce anche al protagonista del film d’animazione spagnolo Justin e i cavalieri valorosi. Èd è proprio in occasione dell’uscita della pellicola, in arrivo in Italia il 24 ottobre 2013, che Freddie Highmore ha parlato di questo suo nuovo impegno… animato.

Justin e i cavalieri valorosi è il tuo film d’animazione più atteso? Votalo nel sondaggio di Movieforkids.it

Raccontaci la storia di Justin e i cavalieri valorosi…
«
Justin è un ragazzino che sogna di diventare un cavaliere. I cavalieri del regno sono stati banditi dal padre stesso di Justin, il più importante avvocato del paese. In memoria del nonno, che è stato l’ultimo e il più importante dei cavalieri, decide di lasciare tutto e partire per diventare realizzare il suo desiderio. È questo il fulcro della storia, per Justin non si tratta solo di diventare un cavaliere ma di divenire un uomo. Un cavaliere deve cambiare  per raggiungere qualsiasi sia il suo obbiettivo e non solo la voce, ma anche l’immagine che da di sé».

Che tipo di personaggio è Justin?
«Justin vive un conflitto tra il suo sogno di bambino di diventare un cavaliere e il desiderio del padre che lo vorrebbe vedere avvocato. Ma Justin vuole seguire i suoi sogni e trova sostegno in sua nonna, che essendo stata sposata con il cavaliere più grande di tutti i tempi comprende le ragioni del nipote. Justin da quel momento, parte da solo alla ricerca della spada del nonno, ma in realtà sa che in questo tipo d’impresa non si tratta solamente di ritrovare la spada, bensì di imparare a usarla e diventare anche lui un cavaliere e salvare il paese».

Cliccate qui per leggere tutta l’intervista su Movieforkids.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA