Troppa vita sregolata per Lindsay Lohan ed ecco i primi risultati. L’attrice, habituée di cliniche di disintossicazione varie e vorticose cadute di stile, ha rinunciato al ruolo che le era stato affidato nella dark comedy Poor Things. Davvero un brutto periodo per la povera Lindsay che ha anche ricevuto la poco gratificante nomina ai famosi Razzie Awards (i premi per le peggiori performance sul grande schermo) in riferimento alla sua doppia performance ne Il nome del mio assassino (che arriverà da noi il prossimo 11 luglio). Per sostituirla in Poor Things è stata scelta Brittany Murphy (che ricordiamo accanto ad Eminem in 8 Mile e nel cast di Sin City). Il film ruota attorno a due artiste che approcciano e poi uccidono alcuni senzatetto per incassarne l’assicurazione sulla vita. Del cast fanno parte anche Shirley MacLaine, Olympia Dukakis, Rosario Dawson e Channing Tatum. Sostituzione anche dietro la cinepresa: ci sarà Scott Marshall al posto di Ash Baron-Cohen, inizialmente designato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA