Il Future Film Festival, la kermesse diretta da Giulietta Fara e Oscar Cosulich, che ha fatto conoscere all’Italia nomi del calibro di Hayao Miyazaki, tornerà a gennaio (dal 26 al 31), a Bologna, con la sua dodicesima edizione (per l’edizione passata, dove venne presentato in anteprima Il curioso caso di Benjamin Button, clicca qui). La manifestazione è stata presentata sabato, in occasione della 66esima Mostra di Venezia, dove ieri è stato consegnato il Leone d’oro alla carriera a John Lasseter, direttore creativo della Pixar (che ha ricevuto il premio dalle mani di George Lucas). Quale miglior occasione di questa, dunque, per anticipare i contenuti del prossimo festival, che 10 anni fa dedicò agli studios di Lasseter una retrospettiva e presentò tutti i corti del regista dal 1979 fino al making of di A Bug’s Life? La manifestazione, sostenuta dal Comune di Bologna, dalla Provincia di Bologna, dalla Regione Emilia Romagna e dalla Emilia Romagna Film Commission, dedicherà ancora una volta ampio spazio all’ultimo trend del cinema con un 3D DAY, dove verrà analizzato l’effetivo stato di questa rivoluzione cinematografica. Inoltre, il festival ripercorrerà anche le tappe della Stop Motion Animation, riportata in auge dall’ultima opera di Henry Selick con Coraline e la porta magica con una retrospettiva ad hoc. E ampio spazio sarà dato alla Motion Graphics, ossia la grafica in movimento, tecnica in cui l’applicazione grafica fornisce l’illusione del movimento, utilizzata sempre di più dagli addetti ai lavori di tutto il mondo. Inoltre, Saul Bass, uno dei guru della creazione dei titoli di testa (ha realizzato, tra gli altri,  quelli de La donna che visse due volte e Psyco di Hitchcock,  Spartacus di Kubrick e Quei bravi ragazzi di Scorsese), scomparso nel 1996, sarà protagonista di un approfondimento. Sono già on-line i bandi per i due concorsi internazionali del festival, per lungometraggi il Platinum Grand Prize 2010 e per cortometraggi, Future Film Short 2010 (che avrà sia una giuria di esperti sia una giuria popolare).  Tra i bandi troverete anche quello per presentare le vostre serie tv o gli episodi piloti per la sezione non competitiva Seriesmania 2010.

Per sapere di più, visitate il sito del festival.

© RIPRODUZIONE RISERVATA