Gareth Edwards non sta sulle sue ed offre maggiori dettagli riguardo la “sacra terra dello Jedi”, battezzata il pianeta Jedha. Oltre ad un mucchio di nuovi personaggi, inclusa la Jyn Erso interpretata dalla candidata all’Oscar Felicity Jones, Rogue One: A Star Wars Story espanderà l’universo di Guerre Stellari introducendo spettacolari nuovi mondi! Grazie al panel presente durante lo Star Wars Celebration Europe, siamo venuti a conoscenza di uno dei pianeti, Scarif, la località tropicale mostrata nella locandina del film…

… ma durante un intervento post-panel del regista Gareth Edwards, è stato egli stesso a rivelare preziose informazioni sul pianeta Jedha. «È un posto dove chi crede nella Forza andrebbe in pellegrinaggio – afferma Edwards – È sostanzialmente  sotto il controllo dell’Impero. È un territorio occupato… per ragioni che non si possono rivelare… Ma c’è qualcosa di molto importante su Jedha che serve sia agli Jedi sia all’Impero».

Così si fa più chiaro il perché Jyn e i suoi compagni si trovino lì: «Su Jedha, anche se regna il clima di oppressione imposto dall’Impero, c’è una resistenza che non si arrenderà, quindi i nostri personaggi dovranno andare lì ed incontrare persone, cercando di mettere in salvo una persona in particolare da quel gruppo…». Ma Edwards ha aggiunto anche che «la Forza è come una religione in Star Wars e i personaggi stanno perdendo la loro fede nel momento in cui il film ha inizio. Noi abbiamo cercato di trovare un luogo fisico che potesse parlare dei temi riguardanti la perdita di fede e la scelta tra lasciare che l’Impero, o il male, vinca oppure far prevalere il bene. Tutto ciò è rappresentato dal pianeta a cui abbiamo dato il nome di Jedha».

Fonte: Collider

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA