«Al tempo pensavo fosse una buona mossa per la mia carriera». Mi sbagliavo. George Clooney torna a parlare di Batman e Robin al Graham Norton Show, dove era ospite insieme a Britt Robertson e Hugh Laurie per promuovere Tomorrowland, nuovo film Disney appena sbarcato nelle sale. In merito al suo più grande flop, Clooney aveva già chiesto scusa ai fan durante il Comic-Con di San Diego dello scorso anno, dove si presentò nonostante fosse in luna di miele: «Sì, mi scuserò sempre per quel film. Pensavo davvero di aver distrutto il franchise di Batman!», dice oggi. Ricordando anche la sua esperienza lavorativa con Joel Schumacher, regista del film: «Joel è un tipo molto alto e davvero simpatico. Ma anche strano. Girava per il set con questo megafono e ci dava indicazioni facendo leva sulle nostre emozioni. Diceva “George, ricordati che sei orfano e non hai nulla per cui vivere!”, e io, tristissimo, entravo in scena e dicevo “Sono Batman”. A cui seguiva il “cut!” del regista».

Come si reagisce a un fallimento? Imparando dai propri errori e con una bella risata. E Clooney è un maestro dell’autoironia.

Sotto, il video dell’intervista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA