Udite, udite: come annunciato alcuni giorni fa da The Playlist, George Clooney potrebbe tornare sotto la direzione di Steven Soderbergh per recitare nel film The Man from U.N.C.L.E., adattamento cinematografico dell’omonimo telefilm americano anni ’60, che vedeva due agenti segreti dell’unità speciale United Network Command for Law Enforcement (da cui l’acronimo U.N.C.L.E., ovvero “zio”), Napoleon Solo (Robert Vaughn) e Illya Kuryakin (David McCallum), impegnati nella lotta per preservare la pace in tutto il globo, sventando le minacce della Guerra Fredda. Se la serie originale poteva vantare la collaborazione di Ian Fleming, il creatore di James Bond, i puristi del genere possono stare tranquilli: Soderbergh ha intenzione di mantenere lo spirito e l’atmosfera originali del telefilm. Di sicuro per ora c’è solo l’entusiasmo di George, che ha dichiarato di voler far parte del cast; ma le probabilità che Soderbergh lo prenda “a bordo” del progetto sono consistenti. Non sarebbe la prima volta, infatti, che Clooney e Soderbergh si trovano a collaborare: basti pensare alla trilogia di Ocean’s, a Solaris o a Intrigo a Berlino. Per il momento, però, dovremo attendere: Soderbergh sarà impegnato per buona parte del 2011 con le riprese di altri due film, Contagion e Liberace, ed è quindi probabile che The Man from U.N.C.L.E. non entrerà in lavorazione prima del 2012. (Foto Kikapress)

© RIPRODUZIONE RISERVATA