Si è svolto ieri, nell’ambito delle Giornate Professionali, il convegno organizzato da Box Office e intitolato “Nuove strategie per un mercato che cambia”. L’incontro, introdotto dal direttore di Box Office Antonio Autieri e moderato dal presidente di Editoriale Duesse Vito Sinopoli, ha visto la partecipazione di Richard Borg, direttore generale Universal, di Luigi Lonigro, direttore divisione theatrical di 01 Distribution, Andrea Occhipinti, amministratore unico di Lucky Red, Domenico Dinoia, presidente Anec Lombardia, Gianluigi Della Casa, direttore della programmazione di Medusa Cinema e Luciano Stella, amministratore delegato di Stella Film. Al centro dell’incontro temi del mercato come la stagione estiva, le teniture (ovvero quanto tempo le pellicole riescono a rimanere programmate nelle sale) e il destino dei film medio-piccoli. Richard Borg, direttore generale di Universal, ha guardato al nuovo anno e ha salutato con favore «la decisione presa da un’azienda italiana (in riferimento all’annuncio di Medusa ndr) di distribuire un grande film comico in estate. Se quest’anno il mercato è cresciuto del 12% vuol dire che tutti gli operatori hanno fatto la loro parte, aiutati da un prodotto di valore». Per Andrea Occhipinti, amministratore unico di Lucky Red uno dei problemi del mercato «è che c’è un’eccessiva concentrazione di film. Se non ci fosse questo affollamento, le teniture migliorerebbero. A volte gli esercenti ci chiedono di mantenere in sala film che stanno ancora andando bene ma che noi distributori dobbiamo togliere per far spazio ad altre pellicole. Questo è assurdo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA