E se un giorno qualcuno vi dicesse che siete figli di un dio greco e che presto sarete coinvolti in una battaglia tra divinità, come reagireste? In qualche caso, una notizia del genere potrebbe rappresentare, dopo un più che lecito momento di incredulità, una svolta di enorme portata. Soprattutto se foste un ragazzino, che sta per essere cacciato da scuola, con problemi di dislessia e affetto da una sindrome da deficit di attenzione, come Percy Jackson, protagonista dell’omonima saga letteraria di cinque libri dello scrittore statunitense Rick Riordan, che ora sta per trasformarsi in un film dal cast stellare. Sul primo dei romanzi (ancora inediti in Italia), Percy Jackson & The Olympians: The Lightning Thief, infatti, si basa l’adattamento omonimo di Chris Columbus (regista dei primi due film di Harry Potter), che approderà nelle sale statunitensi il prossimo febbraio. In questo episodio della saga, il giovane Percy (Logan Lerman) scopre le sue origini divine e che gli dei dell’antica Grecia vivono negli Stati Uniti… (L’Olimpo si è trasferito in cima all’Empire State Building!) e viene accusato di aver rubato il fulmine di Zeus. Per provare la sua innocenza si metterà sulle tracce del vero colpevole, insieme ai suoi amici Annabeth (Alexandra Daddario) e Grover (Brandon T. Jackson). A impersonare le divinità, infine, sono stati chiamati big del cinema americano. Zeus ha il volto di Sean Bean (Il signore degli anelli); Poseidone è Kevin McKidd; lo 007 Pierce Brosnan è un Centauro; mentre tra i personaggi femminili spiccano i nomi di Uma Thurman, nei panni della pericolosa “pietrificatrice” Medusa, e quello di Rosario Dawson in quelli di Persefone, la figlia di Zeus rapita e andata in sposa ad Ade, dio degli Inferi (secondo la mitologia).

In attesa di una data di distribuzione italiana, ecco il trailer (in lingua originale) pubblicato da Trailer Addict:


© RIPRODUZIONE RISERVATA