Sono stati pubblicati oggi i risultati dei Gransito Movie Awards, i premi cinematografici assegnati da una giuria di giornalisti ed operatori web, della quale quest’anno ha fatto parte anche il nostro sito. Lasciandosi alle spalle il trionfatore degli Oscar Non è un paese per vecchi , è stato Into the wild – Nelle terre selvagge , opera quarta di Sean Penn, ad aggiudicarsi in totale sei Gransito Movie Awards centrando la doppietta Miglior film e Miglior regia. Il trionfo del film di Penn è completato dalla vittoria dei GMA per la migliore fotografia, la colonna sonora, la canzone per film (Guaranteed) e la rivelazione maschile (Emile Hirsch, nella foto insieme a Kristen Stewart). Tra i nomi femminili spicca quello di Cate Blanchett, protagonista assoluta dell’;ottava edizione dei Gransito Movie Awards con la doppia nomina di Miglior attrice per Elizabeth – The Golden Age e miglior attrice non protagonista per il ruolo di Bob Dylan in Io non sono qui di Todd Haynes (vincitore nella categoria miglior film indipendente). Daniel Day-Lewis bissa il successo del 2003, conquistando il premio come miglior attore per l’;interpretazione ne Il petroliere di Paul Thomas Anderson. Miglior attore non protagonista, confermando il decreto dell’Academy, è Javier Bardem per il suo spietato sicario in Non è un Paese per vecchi , che conquista anche il GMA come migliore sceneggiatura non originale (dal romanzo di Cormac McCharty). Il cinema italiano premia Mio fratello è figlio unico, di Daniele Luchetti, come film dell’;anno, mentre Miglior cartoon 2008 è Ratatouille ; la sequenza cult dell’;anno è la scena della sauna ne La promessa dell’;assassino . Per scoprire tutti i vincitori delle 23 categorie e dei premi speciali potete cliccare su www.gransito.com/gransitomovieawards

© RIPRODUZIONE RISERVATA