La solidarietà femminile non va sempre data per scontata, ma quando c’è, si fa sentire. In un giorno che ha segnato un grosso passo indietro nella scala di rispetto verso le donne, proprio queste hanno deciso di fare fronte comune e spiegare le proprie ragioni.

Come tutti ormai sapete, un hacker ha letteralmente violato la privacy di moltissime star del cinema e della televisione: dopo essere entrato nei loro storage privati infatti, l’individuo non ancora identificato ha rubato e postato in rete le foto osé (e in alcuni casi porno) di moltissime donne famose. Tra queste, Jennifer Lawrence, Kirsten Dunst, Blake Lively e Kaley Cuoco.
Inutile dire che gli scatti hanno fatto il giro del globo, finendo pubblicati sulle più importanti testate giornalistiche e rinnovando una domanda vecchia come il mondo: quale è il confine tra giusto e sbagliato? Abbiamo il diritto di guardare dentro il mondo privato di persone che hanno fatto della visibilità uno stile di vita?

Tra falso perbenismo e perversione, l’atto di voyeurismo non ha lasciato indifferenti né le vittime né le colleghe. Su Twitter sono quindi comparsi dei commenti riferiti all’argomento: Mary Elizabeth Winstead, le cui foto sono finite online, scrive: «Ricordo che le foto erano state cancellate anni fa, riesco solo ad immaginare l’inquietante fatica di arrivarci. Sono vicina a tutte le persone hackerate». Becca Tobin, attrice di Glee e vittima anch’essa, ha invece deciso di giocarsi la carta dell’ironia: «Merry XXXmas» ha scritto su Twitter, in riferimento alla sua posa osé vicino ad un albero di Natale.

Chi invece è stata fortunata a sfuggire al deliberato attacco alla privacy ma è comunque solidale con le colleghe è Emma Watson, che dice: «persino peggio di vedere pubblicata sui social media la violazione della privacy femminile, è leggere i commenti di accompagnamento che mostrano la mancanza di empatia».

Infine, si è espressa una che di nudo ne sa bene. Lena Dunham, che spesso ha mostrato il suo corpo nella serie Girls, fa notare che c’è una bella differenza tra decidere di essere nude o meno: «seriamente, non dimenticate che chi ha rubato le foto non è un hacker ma un criminale sessuale».

E voi, da che parte state? Qui di seguito la gallery con i commenti delle star.

© RIPRODUZIONE RISERVATA