La richiesta dei biglietti per lo spettacolo teatrale Harry Potter and the Cursed Child è decollata come il manico di una Firebolt ieri mattina, lasciando molti fan arrabbiati dopo una coda interminabile per dei biglietti che non si sono materializzati.

La ressa agli sportelli e un sito traballante ha lasciato molti potteriani devoti a fare code inutili per Cursed Child durate ore, che hanno scatenato sui social reazioni rabbiose incontrollabili. “NOOOO! CRUCIO #CursedChild sito! Tutti gli anatemi senza perdono!!!!!”

Ecco la sinossi dello spettacolo sequel de I doni della morte, che si vedrà nell’estate del 2016 a Londra: «Era difficile essere Harry Potter, e non è più facile nemmeno ora che lui è uno stanco impiegato al Ministero della Magia, un marito, e il padre di tre bambini in età scolastica. Mentre Harry è alle prese con un passato che non vuole starsene al proprio posto, il suo figlio più piccolo, Albus, fa fatica a gestire il peso di un’eredità famigliare che non ha mai voluto. Mentre passato e presente si fondono minacciosamente, sia padre che figlio imparano la scomoda verità: a volte, l’oscurità proviene dai posti più impensabili».

Guardate qui sotto le altre reazioni:

© RIPRODUZIONE RISERVATA