ATTENZIONE: LA NEWS CONTIENE RIVELAZIONI SU HARRY POTTER 7

La scia di polemiche sull’omosessualità di Albus Silente (nella foto a destra Michael Gambon in una scena di Harry Potter e l’Ordine della Fenice) si trascina ormai da giorni, e ha costretto la scrittrice J.K. Rowling a indire una conferenza stampa per approfondire le ragioni di quel chiacchierato “outing”. «Ho sempre saputo che Silente era gay – ha affermato la scrittrice – ma non mi sembrava necessario esplicitarlo ai lettori. Nel romanzo c’è semplicemente scritto che Silente ha avuto una “tragica infatuazione” per Grindelwald. I lettori più piccoli penseranno che si tratti di una semplice amicizia, ma per i più grandi era ovvio che fosse sottinteso qualcos’altro». Quanto a un altro chiacchierato episodio contenuto nel settimo e ultimo romanzo della saga (Harry Potter e i Doni della Morte, nelle librerie italiane il prossimo 5 gennaio), ovvero la morte dell’elfo Dobby, la Rowling ha precisato: «Il sacrificio di Dobby risveglia in Harry la coscienza della sua missione, che passa dalla ricerca dei Doni della Morte a quella degli Horcrux (gli oggetti magici del maghetto, presentati nel sesto libro della serie, ndr)». Aspettiamo di vedere se e come queste polemiche verranno risolte sul grande schermo. Nel frattempo sono in corso le riprese del sesto episodio della saga Harry Potter e il Principe Mezzosangue .

© RIPRODUZIONE RISERVATA