Per convivere con la disprassia non serve un incantesimo. Neanche se ti chiami Harry Potter. O almeno Daniel Radcliffe, l’attore che interpreta il maghetto più famoso del grande schermo e che ha confessato di soffrire di questa malattia poco conosciuta. Una sindrome che provoca difficoltà di concentrazione e di coordinazione dei movimenti, anche nello svolgere i gesti più semplici. Parola di Radcliffe: «Per colpa della disprassia a scuola ero una frana, andavo male in tutte le materie. Per questo ho deciso di diventare un attore. Ma ancora oggi non riesco ad allacciarmi i lacci delle scarpe». Lo conferma anche l’agente della teen-star: «Daniel soffre di disprassia e non l’ha mai nascosto. Per fortuna la sua è una forma molto lieve, si manifesta soprattutto nella brutta calligrafia».

Ma.Ca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA