Il progetto è di quelli allettanti, perché i nomi coinvolti sono di primissimo livello. David Fincher, James Ellroy e HBO, legati insieme per lo sviluppo di una nuova crime series ambientata nella Los Angeles anni Cinquanta. Scenario intrigante, con protagonisti illustri: il network è da anni sinonimo di qualità, televisiva e cinematografica; Ellroy è un maestro della letteratura di genere (tra i suoi romanzi, due titoletti come Black Dahlia e L.A. Confidential), e Fincher un regista che non ha certo bisogno di presentazioni. In carriera si è addentrato più volte nel territorio (neo)noir – dalle atmosfere cupe e pessimiste di Seven a Zodiac, da Fight Club a Millennium – e il 2 ottobre arriverà nelle sale italiane il suo L’amore bugiardo – Gone Girl, tratto dal bestseller di Gillian Flynn (qui il nuovo trailer italiano), storia ambigua intorno alla misteriosa scomparsa di una donna, di cui viene accusato il marito.

Di questa nuova serie tv non si hanno ancora dettagli precisi, ma il rapporto tra Ellroy e Fincher nasce dai tempi dell’adattamento della Dalia Nera, che il regista era in lizza per dirigere (il film poi venne firmato da De Palma). Fincher, inoltre, aveva cercato di portare su grande schermo un altro romanzo dell’autore, Torso, senza però riuscirci. I due collaborarono anche durante le riprese di Zodiac, e ora sono pronti a realizzare quello che ha tutta l’aria di essere un altro grande successo HBO.

Fonte: The Playlist

© RIPRODUZIONE RISERVATA