Dalla carta stampata al cinema 3D. è il destino di Heavy Metal, rivista americana sci-fi e fantasy per adulti fucina di molti artisti di culto (tra cui H.R. Giger, l’inventore delle creature di Alien) e ricalcata sul magazine francese Métal Hurlant, nato nel 1974. A produrre il progetto – che ha già ispirato nel 1981 un film d’animazione omonimo – sarà la Paramount Pictures. Il film sarà suddiviso in otto o nove episodi, e ognuno di essi sarà diretto da un regista diverso: la produzione pare aver già arruolato Kevin Eastman (editor del magazine), Tim Miller (già creatore degli effetti speciali di X-Men 2 e Una notte al museo) e persino David Fincher. I tre saranno anche produttori esecutivi della pellicola. Oltre a partecipare a Heavy Metal (e in attesa di vedere l’imminente The Curious Case of Benjamin Button, con Brad Pitt e Cate Blanchett), Fincher sta lavorando anche a Black Hole, tratto dalla graphic novel di Charles Burns ambientata nella Seattle degli anni Settanta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA