Gli attori di Hollywood sono ancora lontani dall’accordo con i produttori per il rinnovo del contratto scaduto lo scorso 30 giugno e si preparano allo sciopero. In seguito al fallimento dell’intervento del mediatore federale Juan Carlos Gonzalez che ha seguito le parti durante l’ultima trattativa tra sindacato degli attori (SAG, Screen Actors Guild) e produttori dell’AMPTP (Alliance Of Motion Picture And Television Producers), lo scorso sabato il SAG ha annunciato che richiederà ai suoi 120 mila iscritti di votare per l’inizio di uno sciopero. La votazione durerà oltre un mese e la protesta avrà inizio solo se almeno il 75% degli iscritti avrà votato favorevolmente. Al momento non sono previsti nuovi incontri tra le parti; il punto di divergenza riguarda sempre le percentuali degli attori per gli sfruttamenti dei film sui nuovi media.

Si.Mu.

© RIPRODUZIONE RISERVATA