Il sindacato degli attori americani (Screen Actors Guild) ha deciso di rinviare il voto sullo  sciopero di protesta contro le major e le case di produzione cinematografiche e televisive. I membri del Sag avrebbero infatti dovuto votare il 2 gennaio, ma i vertici del sindacato hanno stabilito di convocare una riunione speciale del comitato direttivo il 12 gennaio per decidere sul da farsi. Le rivendicazioni del Sag vertono soprattutto sull’ottenere royalties più alte per i film distribuiti attraverso i nuovi media (Internet e dvd). Nel caso di una votazione lo sciopero sarà approvato solo se il 75% degli associati si esprimerà a favore.

Me.Va.

© RIPRODUZIONE RISERVATA