Nella carriera dei Queen vi sono diverse tappe ritenute fondamentali, episodi rimasti scolpiti nella storia, non solo del quartetto inglese, ma anche  del rock. Tra questi momenti va certamente inserito il concerto che Freddie Mercury e compagni tennero il 27 luglio 1986 al Nepstadium di Budapest. Quello fu il primo live show di una band occidentale oltre la cortina di ferro (ricordiamo, tre anni prima della caduta del Muro di Berlino) inserito all’interno del Magic Tour, l’ultimo a cui prese parte Freddie Mercury. Fu un successo annunciato, celebrato davanti a 80 mila fan in delirio con le autorità ungheresi, consapevoli della straordinarietà dell’evento, che misero a disposizione un dispiegamento di cameraman e tecnici davvero senza precedenti. Hungarian Rapsody: Queen Live in Budapest, ovvero il racconto in immagini di questa indimenticabile “due ore di rock”, sarà proiettata al cinema – per la prima volta in una versione rimasterizzata in alta definizione e in un evento unico – il prossimo 20 novembre.

In scaletta, tutte le più famose canzoni dei Queen che, nella versione live esaltano sempre il carisma e la voce inimitabile di Mercury così come la chitarra infallibile di Brian May. Da Bohemian Rhapsody a I Want To Break Free, passando per Under Pressure, Who Wants to Live Forever, We Will Rock You, fino a We Are the Champions un evento di grande fascino, non solo per i fan della band, arricchito da immagini – anche inedite – del backstage e quelle della visita in Ungheria di Freddie Mercury, Brian May, Roger Taylor e John Deacon.

Guarda il trailer:

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA