Daniel Radcliffe, Rupert Grint, Bonnie Wright, Emma Watson e Tom Felton diventeranno “vecchi” per intepretare I doni della morte. Lo ha confermato lo stesso maghetto durante il Live Community Screening di Harry Potter e il principe mezzosangue, che si è svolto sabato sera e al quale hanno partecipato “a distanza” migliaia di fan in tutto il mondo, che hanno potuto porre in diretta le loro domande all’attore Daniel Radcliffe e al produttore David Barron (che ha sostituito il regista David Yates ammalato). Gli interpreti di Harry, Ron, Ginny, Hermione e Draco, dunque, non verranno sostituiti per impersonare i personaggi da adulti, che compariranno, con ogni probabilità, nel secondo dei due film (il primo arriverà in sala il 19 novembre 2010, il secondo il 15 luglio 2011) basati sull’ultimo romanzo di J.K. Rowling. Il produttore, inoltre, ha annunciato che le riprese dell’ultimo capitolo si concluderanno tra la primavera e l’estate del 2010. Naturalmente, Radcliffe e Barron hanno anche risposto alle curiosità dei potteriani riguardo Harry Potter e il principe mezzosangue. La contestata assenza della scena del funerale di Silente nel sesto episodio non verrà colmata neppure nei due film successivi. La sequenza è stata omessa e inserita più volte, come è stato spiegato, ma alla fine si è optato per un drastico taglio per evitare che il film avesse più di un finale. Daniel Radcliffe, infine, si è soffermato anche sul rapporto con i colleghi. Spera di poter lavorare nuovamente con loro anche in futuro per altri progetti. In particolare di Severus Piton-Alan Rickman, Radcliffe ha ammesso di apprezzare il suo senso dell’umorismo… Chissà come si svilupperà il rapporto tra il prof. e il maghetto ne I doni della morte?

Nell’attesa, guardate le prime immagini ufficiali del film.

© RIPRODUZIONE RISERVATA