Come rilanciare una delle serie cult della storia dell’animazione? Warner Bros. si è affidata al trend del momento, il 3D, e riporterà sul grande schermo i mitici Looney Tunes. Nate per il cinema nel 1930, in competizione con le Silly Symphony made in Disney, le avventure dei personaggi  dei cartoon cult di Warner Bros. torneranno dunque alle origini. Secondo il New York Times, la casa di produzione avrebbe già approvato tre corti di Road Runner e Wile E. Coyote, mentre altri tre sarebbero in lavorazione. I nuovi esperimenti dello sfortunato coyote del Grand Canyon per catturare “Beep Beep“, dunque, dovrebbero già essere presentati in occasione dell’uscita americana (30 luglio) del prossimo film 3D di Warner, ovvero Cani e gatti: la vendetta di Kitty 3D, (che in Italia è previsto per il 17 settembre 2010, ma non è ancora noto se anche nel Bel Paese la visione del film sarà preceduta dai nuovi corti).

L’immagine qui sotto rende l’idea di come sarà il nuovo Wile E. Coyote, nel cui coltello è raffigurata l’immagine riflessa di Road Runner, pubblicata dal New York Times:

Looney Tunes Wile E. Coyote

Chissà se la nuova esperienza cinematografica 3D riuscirà a ottenere risultati migliori dell’ultima performance da grande schermo dei personaggi Looney Tunes, il film misto Looney Tunes: Back in Action (2003), che costò 85 milioni di dollari e tra Usa e Canada ne incassò appena 25.

Inoltre, all’orizzone c’è anche una nuova serie animata di 26 episodi per la televisione, che dovrebbe debuttare in autunno su Cartoon Network: The Looney Tunes Show. Protagonisti saranno Bugs Bunny e Daffy Duck e molti loro colleghi. Anche da queste serie la produzione si aspetta risultati migliori dopo la deludente accoglienza riservata nel 2005 a The Loonatics Unleashed, in cui la rappresentazione dei personaggi aveva preso spunto dagli anime.

Leggi lo specialel In viaggio per cartoonia

© RIPRODUZIONE RISERVATA