Oggi debutta al cinema I magnifici sette (qui la nostra recensione) di Antoine Fuqua con un fantastico cast di star formato da Denzel Washington, Chris Pratt, Ethan Hawke, Matt Bomer e Peter Sasgaard. Per celebrare questo evento, ovvero l’arrivo al cinema del remake 2.0 e multietnico di un grande classico del western, abbiamo voluto fare una cavalcata tra i film del genere su Infinity per consigliare come prepararvi alla visione del film con Washington o nel caso la visione vi stimolasse il desiderio di vedere altri titoli dello stesso filone.

1. Il Grinta
Anche qui siamo in zona remake. È un film del 2010 diretto da Joel ed Ethan Cohen, con Jeff Bridges, Matt Damon, Hailee Steinfeld e Josh Brolin, adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Charles Portis, più fedele rispetto al precedente omonimo film del 1969 interpretato da John Wayne. In breve la trama: dopo che il padre è stato ucciso da uno dei suoi collaboratori, la piccola Mattie Ross, assolda un Marshal americano, “Rooster” Cogburn, molto in gamba ma anche noto ubriacone. Sulle tracce dell’assassino, c’e’ anche un ranger del Texas, La Boeuf. I tre si uniranno nel viaggio, attraverso territori ostili, alla ricerca di vendetta…

2. L’uomo che uccise Liberty Valance
Un classicone del genere diretto da John Ford e interpretato da John Wayne, James Stewart e Vera Miles. L’avvocato Stoddard diventa senatore, perché la popolazione crede che sia stato lui ad uccidere il bandito Liberty Valance.

3. Terra di confine – Open Range
Kevin Costner torna al genere che gli ha dato successo anni dopo il successo da Oscar di Balla coi lupi. Oltre che regista è anche attore del film e al suo fianco ha voluto Robert Duvall e Annette Bening.
Charley Waite, Boss Spearman, Button e Mose Harrison sono quattro cowboy che vagano liberamente per le sconfinate praterie del West; paladini delle giuste cause, cercano di evitare la violenza fino a quando non incontrano sulla loro strada il proprietario di un ranch che tiranneggia la comunità locale.

 

4. Quel treno per Yuma
Nell’Arizona del 1884, il reduce dalla Guerra Civile Dan Evans decide di offrirsi per scortare la diligenza che trasporta Ben Wade, pericoloso bandito destinato al carcere di Yuma. Remake dell’omonimo film del 1957 diretto da Delmer Daves e interpretato da Glenn Ford. Il regista James Mangold (Ragazze interrotte, Quando l’amore brucia l’anima) si confronta con il genere western, mettendo in scena un’epica avventurosa dominata dai due protagonisti Russell Crowe (Il gladiatore, The Nice Guys) e Christian Bale (L’uomo senza sonno, Il cavaliere oscuro). Ritmo, virilità e un pizzico di humor. Tratto da un racconto di Elmore Leonard.

5. Tombstone
Un western di George Pan Cosmatos con grandi attori come Kurt Russell, Val Kilmer e Sam Elliott, la cui storia narra di Wyatt Earp, sceriffo di Dodge City, che decide di mettersi in affari con i suoi fratelli, Virgil e Morgan, nella cittadina di Tombstone. Al loro arrivo trovano una banda di fuorilegge che impongono la loro legge. A Tombstone, arriva un amico di Wyatt, Doc Holliday, una delle pistole piu’ veloci del West.

6. Appaloosa
Il mandriano fuorilegge Randhal Briggs domina sulla città di Appaloosa; l’arrivo degli sceriffi Virgil Cole ed Everett Hitch prima, e della vedova Allison French poi, sconvolgeranno gli equilibri. L’attore Ed Harris (The Truman Show, A History of Violence) scrive, dirige e interpreta un western di matrice classica caratterizzato allo stesso tempo da forti elementi di innovazione. Innocenza perduta, amicizia virile e una coppia di protagonisti, in cui spicca Viggo Mortensen (Il signore degli anelli – La compagnia dell’anello, La promessa dell’assassino), semplicemente memorabile. Ottima prova di Renée Zellweger (Il diario di Bridget Jones, Chicago). Tratto dall’omonimo romanzo di Robert B. Parker.

7. Rango
Un camaleonte che aspira ad essere “un eroe di cappa e spada” si ritrova in una cittadina del West infestata da banditi e fuorilegge e si vede costretto a interpretare letteralmente il ruolo dell’eroe. Il Western Americano ha visto ogni sorta di ruvido ed emblematico eroe, ma Rango è una razza completamente nuova: un piccolo camaleonte dal cuore grande che affronta un viaggio epico per salvare una città, e la sua trasformazione nella leggenda che una volta fingeva soltanto di essere. La storia inizia con Rango, che dopo una vita passata come animale domestico a guardare il mondo che passa da un terrario dalle pareti in vetro, si ritrova perso nel deserto del Mojave, dove vaga fino all’ultimo selvaggio avamposto del West: Polvere, una cittadina grintosa come il suo nome. Rango spera di potersi integrare, ma capisce subito che non sarà così semplice entrare in una comunità che comprende una tartaruga come Sindaco, un rinnegato serpente a sonagli, cani della prateria ruba banche.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA