Nuovi dettagli su Il grande sogno, il film sul ’68 che Michele Placido comincerà a girare il prossimo 9 giugno. è lo stesso regista, ospite d’onore al Festival del Cinema Europeo di Lecce (la città e i dintorni salentini faranno da sfondo a parte delle riprese), a offrire interessanti particolari sulla pellicola: «Non sarà un film politico, ma un film corale sul costume di quel periodo di grandi cambiamenti. E soprattutto avrà un respiro internazionale». Placido conferma alcune indiscrezioni e rivela nuovi nomi del cast: oltre a Riccardo Scamarcio («sarà un poliziotto pugliese rozzo e disincantato») e Luca Argentero («un politico bello, tenebroso e un po’ mascalzone»), ci sarà anche un’inedita Margherita Buy nel ruolo di un’insegnante di recitazione alcolista e ninfomane. E anche lo stesso Placido avrà una piccola parte, ancora misteriosa. Quanto alla scelta di affrontare un tema spinoso come il ’68, l’autore si aggancia all’attualità: «è il periodo che rappresenta l’inizio di quel che sarebbe poi accaduto col muro di Berlino. E anche il motivo per cui oggi non abbiamo più la sinistra radicale in Parlamento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA