«Il valore del tempo per me? Il tempo forma e trasforma, educa e protegge… proprio come una madre che costantemente ci accompagna, lasciandoci liberi di vivere e anche di sbagliare». Sono le parole di Valentina Lodovini, attrice che non ha bisogno di presentazioni (soprattutto in questi ultimi tempi), qui in veste di ex allieva del Centro Sperimentale di Cinematografia e madrina dell’iniziativa promossa da Hamilton – marchio da sempre coinvolto in ambito cinematografico, basti citare il product-placement in oltre 350 pellicole hollywoodiane – in collaborazione con il Centro a favore dei giovani talenti del nostro cinema. Un concorso rivolto alle allieve e diplomate della Scuola (che conta 5 sedi: Roma, Torino, Milano, Palermo, L’Aquila) chiamate a pensare a un soggetto che avesse come tema “Il tempo delle donne” da sottoporre a una giuria composta da tre docenti del Centro e da due rappresentati Hamilton. Solo la vincitrice – Evelina De Gaudenzi, premiata ieri in occasione di una serata organizzata alla sede del Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano – ha avuto la possibilità di realizzare il proprio cortometraggio, dirigere Valentina, volare (accadrà il prossimo novembre) a Los Angeles in compagnia della Lodovini per assistere agli Hamilton Behind The Camera Awards – premio che Hamilton assegna ogni anno a coloro che lavorano dietro le quinte – e presentare il progetto davanti a una platea internazionale.

Un’iniziativa importante, capace di dare stimoli e speranza a giovani filmmaker, ma anche a chi ormai questo mestiere lo fa da anni ed è riuscita con talento e determinazione a dare forma alla propria carriera: «Ringrazio Hamilton per avermi coinvolto in questo progetto e per aver avuto il coraggio di puntare sulle donne. Il binomio tempo-donna è un tema ambizioso e delicato, una scelta che ha un valore non solo artistico, ma anche imprenditoriale e culturale», ha detto Valentina Lodovini. «E ringrazio Evelina per avermi “riportato” agli anni della scuola, che per me sono stati tre anni di educazione professionale e sentimentale, e per avermi fatto riscoprire quella passione pura per il mestiere che con gli anni si tende a perdere».

Di seguito alcune foto del backstage e della premiazione:

© RIPRODUZIONE RISERVATA