Sono Il divo e Vincere, con quattro premi ciascuno, i vincitori dei Nastri D’Argento, il premio annuale assegnato al Teatro Greco di Taormina dal Sindacato dei giornalisti italiani, dedicato quest’anno al professor Mario Verdone scomparso tre giorni fa. Il film di Paolo Sorrentino si è aggiudicato quattro tra i riconoscimenti più importanti: migliore regia e sceneggiatura (Sorrentino), attore protagonista (Toni Servillo) e produzione (Indigo, Lucky Red, Parco Film e Babe Films). Quattro premi anche per Vincere di Marco Bellocchio: oltre a quelli assegnati alla fotografia, alla scenografia e al montaggio, Nastro D’Argento come migliore attrice protagonista a Giovanna Mezzogiorno. A Gomorra di Matteo Garrone è andato il Nastro D’Argento come film dell’anno, mentre è ancora Gianni di Gregorio con Pranzo di Ferragosto il miglior regista esordiente. La coppia dei migliori attori non protagonisti è quella di Ezio Greggio e Francesca Neri per Il papà di Giovanna di Pupi Avati. L’inedito Nastro Speciale per la miglior commedia è andato infine a Ex di Fausto Brizzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA