Chet Hanks, figlio del celebre Tom, ha ammesso di fare uso di cocaina e di spacciarla — e anche di fumare crack — attraverso il suo profilo Instagram proprio ieri.

«Un paio di mesi fa stavo facendomi la coca e la spacciavo anche finché non ho potuto più farlo, perché il mio naso era completamente intasato» ha detto il 25enne Chet, che ha aggiunto: «Ho fumato anche il crack».

Il ragazzo, in una sorta di confessione pubblica a briglie sciolte, ha raccontato di aver dovuto ricorrere al rehab, perché si è reso conto che la sua vita stava andando a rotoli: «Ho dovuto davvero farmi un esame di coscienza e vedere come la stavo riducendo di m**da e come stavo facendo di tutto per non farla funzionare».

Il ragazzo nel suo percorso di riabilitazione ha dovuto guardare in faccia le cause del suo stato e vi ha incluso le pressioni subite per essere il figlio di un attore di serie A. A riguardo ha detto: «È stato un lungo viaggio scoprire chi sono diventato a causa di tutte le pressioni che ho subito nella mia vita per essere il figlio di mio padre e tutto il resto».

Il ragazzo ora è diventato una sorta di testimonial degli Alcolisti Anonimi e delle associazioni per tossicodipendenti, sottolineando come la tossicodipendenza sia una questione di vita o di morte.Il ragazzo ha anche sottolineato di aver fatto quest’ammissione «non per glorificarsi, dal momento che non c’è niente di glorioso nel fatto di rischiare ogni giorno la morte o la prigione, ma di aver ammesso la verità per dimostrare che quella m**da non è un gioco ». Anche i divi piangono, è il caso di dirlo…

Fonte: Instagram ChetHanx