Organizzazioni nazionali professionali e sindacali (per la prima volta insieme, Agis, Anica, Cento Autori, Federculture, Slc – Cgil, Fistel – Cisl, Uilcom – Uil) hanno convocato una manifestazione pubblica per giovedì 9 dicembre alle 11 presso la Sala Capranichetta in Piazza Montecitorio a Roma. Lo scopo della manifestazione, a cui sono stati invitati esponenti del governo e rappresentanti di tutte le forze politiche, è quello di denunciare, come riportato in un comunicato, “il rischio di una gravissima crisi di settore, prossima ormai alla definitiva irreversibilità, e di illustrare le esigenze e le proposte degli operatori”, specie nell’imminenza del varo della Finanziaria (che sarà convertita in legge entro l’8 dicembre). «È giunto il momento», dichiarano nella nota gli organizzatori, «di un’azione forte e unitaria per scongiurare la débacle del settore e riconoscere la cultura come elemento centrale nelle scelte della programmazione economica e di sviluppo del Paese. Su questo chiamiamo le Istituzioni, il Governo e le forze politiche a un confronto per un’assunzione di responsabilità verso le imprese, i lavoratori, i cittadini».

© RIPRODUZIONE RISERVATA