Ha battuto persino Brad Pitt (44) – arrivato quarto -, mentre George Clooney (46) – vincitore dell’anno scorso – non è entrato nemmeno sul podio dei primi dieci. Matt Damon (37), protagonista della saga di successo sull’agente segreto smemorato Jason Bourne ha sbaragliato la concorrenza guadagnandosi il titolo di uomo vivente più sexy del mondo sulle pagine della rivista americana People. «Basta dare un’occhiata ai suoi penetranti occhi azzurri, al sorriso accattivante e al suo comportamento da bravo ragazzo per capire il motivo per cui è stato scelto» ha scritto People, che ha messo così Damon nella lista di vincitori che, nelle passate edizioni del sondaggio, vantava nomi come Mel Gibson (51), Jude Law (35) e Matthew McConaughey (38), oltre naturalmente agli inossidabili Brad Pitt e George Clooney. Elevare a grado di inarrivabile sex symbol Matt Damon può forse avere una valida motivazione – anche se la sua “incoronazione” farà sicuramente storcere il naso a molti -, soprattutto per il popolo femminile d’oltreoceano (la faccia da bravo ragazzo americano c’è tutta). Ma è la lista di quelli che arrivano subito dopo che è alquanto bizzarra. Patrick Dempsey (41), il Dr. Stranamore di Grey’s Anatomy è al secondo posto, il neo divo del mélo Espiazione James McAvoy (28) al quinto, e Will Smith (39) all’ottavo. Lo sfrontato pirata Johnny Depp (44) è però soltanto sesto, mentre Javier Bardem (38) è nono. Incomprensibili sono poi le posizioni di Ryan Reynolds (31) protagonista di Amityville Horror, addirittura in terza posizione, e degli attori di serial (da noi sconosciuti) Dave Annable (28), nel cast di Brothers & Sisters, in settima posizione, e Shemar Moore (37), star di Criminal Minds, al decimo posto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA