Tra il 17 e il 20 settembre si è svolta nel capoluogo emiliano la settima edizione del concorso internazionale Reggio Film Festival, interamente dedicato ai corti. La Giuria Esperti ha assegnato il primo premio al regista spagnolo Telmo Esnal per Taxi?, mentre l’australiano Eve Spence ha ricevuto il premio Children per Playground, grazie alla sua capacità “di rappresentare, con leggerezza e senza ricorso a stereotipi, la complessità delle relazioni tra ragazzi, sviluppando in modo sapiente il rapporto con il mondo adulto”. La targa Zavattini è stata consegnata a Francesco Felli per Ogni giorno, lo staff del Reggio Film Festival ha deciso di assegnare un premio speciale a My mother learns cinema del turco Nesimi Yetik, e la Giuria Popolare ha assegnato il premio a Vietato fermarsi di Pierluigi Ferrandini.
Altra grande novità del Festival è stato PES, pseudonimo di Adam Pesapane (32 anni), membro della giuria e ospite d’onore nella serata inaugurale della rassegna sul cinema digitale. Il regista newyorkese, famoso per i suoi “gioielli” in stop-motion, si è fatto fotografare per la prima volta in esclusiva mondiale (a destra nella foto di Marco Montanari). Il nuovo corto di PES, Western Spaghetti, ha già avuto tre milioni di click la prima settimana in cui è stato pubblicato sul sito ufficiale del regista www.EatPES.com, che raccoglie tutti i suoi lavori.

Pa.Si.

© RIPRODUZIONE RISERVATA