In occasione del 10° anniversario della nascita di The Sims, il simulatore di vita virtuale (che ha venduto oltre 120 milioni di copie in tutto il mondo) nato da un’idea del geniale sviluppatore di videogiochi Will Wright, la sede italiana di Electronic Arts, in collaborazione con Bocconi Trovato & Partners, ha deciso di portare in Italia il The Sims Machinima Film Festival. L’evento, che si è svolto ieri (9 giugno) al cinema Apollo di Milano, altro non era che una versione italiana dell’orginale The Sims Machinima Film Festival nato a New York e che ha permesso agli appasionati sia del mondo videoludico, sia di quello cinematografico di vedere i cortometraggi che i giocatori della serie The Sims hanno realizzato sfruttando i personaggi e le situazioni da loro create all’interno del gioco. Il termine Machinima nasce dall’abbreviazione delle parole inglesi “machine” e “cinema” e indica dei cortometraggi, a volte ispirati anche a saghe famose come nel caso dei video-parodia di Twilight o Sex and the City (che potete vedere a fondo pagina), creati dai fan e realizzati utilizzando i videogame. Il primo esponente di questo particolare genere è il filmato Diary of a Camper, realizzato da un gruppo di giocatori con delle sequenze di una partita in multiplayer del videogame Quake e datato 1996. La graduale diffusione di questa forma di espressione digitale ha contribuito alla nascita di veri e propri festival dedicati e della Academy of Machinima Arts & Science, un’associazione senza scopo di lucro nata nel 2002 a New York e che ha lo scopo di promuovere questo fenomeno. Durante il The Sims Machinima Film Festival sono stati inoltre assegnati gli Awards ai tre migliori filmati realizzati dai giocatori italiani. Il concorso indetto da Electronic Arts ha visto la partecipazione di molti appassionati della serie videoludica, tra i quali sono stati selezionati i dieci finalisti che hanno parteciapto all’evento. I filmati sono stati sottoposti al vaglio di una giuria di esperti composta dal general manager di EA Italia Marco Brogi, Daniele Cassandro (caposervizio del mensile Wierd), Federico Cella del Corriere della Sera, Alessandra Contin (esperta di nuovi media), Riccardo Meggiato (autore del volume Machinima – Produzioni cinematografiche spettacolari ed economiche) e William Lessard, esperto di machinima e organizzatore delle edizioni 2006 e 2008 del New York Machinima Festival. Vincitore della serata è stato il filmato “Someone to kill“, realizzato dal milanese Luca Prudente che è riuscito a vincere la concorrenza degli altri due corti che si sono aggiudicati il podio: “Come fu” di Matteo Bonvicino (secondo classificato) e “Upgrade Yourself” di Cristina Donati. Tutti i filmanti dei 10 finalisti sono visibili sul canale ufficiale di YouTube di Electronic Arts, mentre di seguito potete trovare il vincitore “Someone to kill“.

Il vincitore del The Sims Machinima Festival “Someone to kill”

Il video-parodia di Sex and the City

© RIPRODUZIONE RISERVATA