[Per rimanere costantemente aggiornati sulle vostre serie tv preferite, incluso Il Trono di Spade, non dimenticate di seguire Bestserial.it!]

Si sta tenendo in questi giorni la versione newyorchese del Comic-Con e tra i tanti panel presenti uno dei più attesi è stato quello de Il Trono di Spade. Presenti all’incontro con i fan c’erano Natalie Dormer (Margaery Tyrell), Finn Jones (Loras Tyrell) e Keisha Castle-Hughes (Obara Sand).

La Dormer e la Castle-Hughes scherzano sul fatto che quello al NYCC sia il loro primo incontro e che non si sono mai conosciute sul set! Assurdo non pensate? Quando ai tre è stato chiesto con quale attore vorrebbero lavorare di più sul set, hanno risposto in coro «Jon Snow!» e Jones ha aggiunto «Ma lui è morto, non potremo più lavorare con lui!».

Jones, invece, elabora la sua idea di un incontro tra Jon Snow e Ser Loras, scherzoso afferma: «Loras probabilmente proverebbe a far diventare Jon Snow gay e ci riuscirebbe. Mi piacerebbe vederlo succedere… condividere consigli sui capelli, quello si che sarebbe favoloso! Gli potrei insegnare due o tre cose».

Le poche dichiarazioni in merito alla prossima stagione vengono da Keisha (che parla del ritorno del suo personaggio: «Finalmente ritorna!») e Natalie, che rivela qualche dettaglio dopo che un fan gli chiede come Margaery avrebbe gestito la penitenza inflitta a Cersei (Lena Headey): «Siamo in un territorio pericoloso. E non posso parlarne senza rivelare qualcosa sulla prossima stagione» afferma timidamente la Dormer, ma aggiunge: «Margaery sta cercando di essere Cersei, vuole essere la madre del re. Ha lo stesso talento per le macchinazioni, le pugnalate alle spalle e la politica che ha Cersei… è un po’ come la Guerra Fredda tra di loro. Distruzione reciproca assicurata insomma». In merito alla sesta stagione: «Ci saranno nuovi problemi, quelle donne… Il nemico del mio nemico è mio amico» svela l’attrice.

Natalie Dormer afferma anche che secondo lei Margaery non nutre nessun interesse verso il trono, specialmente dopo aver visto le conseguenze di tanto potere: «Penso davvero che Margaery voglia essere il potere che si cela dietro il trono. Vuole sposare il Re, avere un figlio e essere come Cersei… è più sicuro essere al potere che stare sul trono».

In merito, invece, al futuro di Loras, Finn Jones afferma: «È nelle mani di persone poco raccomandabili che non vanno per niente d’accordo con lui, quindi deve sicuramente preoccuparsi».

La Dormer e Jones rispondono alle accuse di sessismo mosse nei confronti dello show, dicendo che credono che Il Trono di Spade sia responsabile di dare ai suoi personaggi femminili alcuni dei ruoli più corposi della cultura pop contemporanea. In merito, Natalie afferma: «Penso che Hollywood creda che il pubblico senta il bisogno di questi ruoli femminili. Katniss in Hunger Games ne è un esempio: così piena di difetto ma pur sempre un’eroina forte e valorosa. Ho iniziato a notare un cambiamento negli script che leggo negli ultimi anni e penso che show come Il Trono di Spade ne siano responsabili». E Jones è d’accordo con la collega: «Ci sono molti personaggi femminili forti, molti dei quali portano avanti delle storie individuali. Non è misogino, come molti hanno affermato. Sono dei personaggi molto molto forti, e non ce ne sono tanti nel panorama televisivo».

Cosa pensate di queste nuove dichiarazioni del cast? Siete d’accordo con loro? Fatecelo sapere!

Fonte: Variety

© RIPRODUZIONE RISERVATA