La storia sportiva di uno dei quarterback di maggior successo dell’Nfl diventerà un film (come riportato da Screen Rant). Parliamo ovviamente di Tom Brady, uomo di punta dei New England Patriots allenati da Bill Belichick, vincitore di 5 Super Bowl, eletto 4 volte MVP della finale e 2 volte MVP della lega, oltre che marito della modella Gisele Bündchen. 

Il lungometraggio, intitolato 12 (numero di maglia dell’atleta), sarà ispirato all’omonima biografia scritta da Casey Sherman e Dave Wedge – che verrà pubblicata il prossimo anno – e che sarà incentrata sul “Deflategate”, ovvero sulla controversa polemica che, durante la stagione 2015, ha visto protagonista proprio Brady, sospeso per 4 partite e privato dello stipendio dalla lega, perché ritenuto colpevole di aver fatto gonfiare i palloni a una pressione non regolare durante la finale di conference giocata contro gli Indianapolis Colts. Una trama di riscatto perfetta per Hollywood, visto che nella stagione successiva (lo scorso anno), Brady ha condotto i suoi Patriots a una rimonta impossibile quanto spettacolare per la vittoria del 51esimo Super Bowl contro gli Atlanta Flacons.

La sceneggiatura del film è stata affidata alla coppia Paul Tamasy ed Eric Johnson, che avevano già lavorato a The Fighter (film sul pugile Mickey Ward), oltre che a L’ultima tempesta e Boston – Caccia all’uomo. In veste di producer ritroveremo invece la Ellen Goldsmith-Vein di Maze Runner. Al momento non ci sono notizie sull’attore che potrebbe impersonare l’atleta e su chi dirigerà l’adattamento. 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA