È stata una serata ricca di sorprese per i fan della nuova trilogia di Peter Jackson: in diretta da Wellington, New York, Los Angeles e Londra si è svolta infatti la presentazione del secondo capitolo del franchise, La desolazione di Smaug. Molti gli ospiti dell’evento, da un Peter Jackson nella sua tenuta da “hobbit-regista”, con tanto di piedi scalzi e pelosi, a una radiosa Evangeline Lilly, la quale, alla domanda su chi fosse la sua ispirazione per l’elfa Tauriel, ha risposto: «Trilly! Pensiamoci, è una fatina davvero tosta, è piccola e carina ma sa essere anche feroce!». Martin Freeman non ha potuto presenziare all’evento ma ha inviato un videomessaggio in cui si scusava con i fan, esortandoli a recarsi nelle sale il prossimo 13 dicembre per scoprire come proseguirà l’avventura di Bilbo, Gandalf e della compagnia dei Nani.

È stato mostrato poi un nuovo videoblog in cui sono riassunte le dieci settimane di pick-up necessarie alla troupe per girare le ultime sequenze, tra cui la battaglia dei cinque eserciti che vedremo nell’ultimo film. Durante questo periodo è stato assunto un nuovo regista della seconda unità, Christian Rivers, che è andato a sostituire Andy Serkis, impegnato in nuove sessioni di performance capture. A seguire, è stata proiettata una clip tratta dall’edizione estesa di Un viaggio inaspettato“: Bofur, stanco delle melodie suonate dagli elfi a Gran Burrone, si mette a cantare e a fare chiasso insieme agli altri Nani; se ve la foste persa la trovate qui.

La sorpresa più gustosa, però, è stata la diffusione del nuovo, entusiasmante trailer del film; non ce lo aspettavamo così a ridosso del precedente (che analizzammo qui), ma ci ha gradevolmente colpito il modo in cui l’attenzione sia focalizzata fin dall’inizio sulle parole di Tolkien. Si notano inoltre molti riferimenti alle culture orientali per quanto riguarda l’ambientazione e i suoni che fanno da cornice al drago Smaug, chiaro segno di ispirazione presa dalla Cina e dai suoi miti per la creazione di questo importante personaggio.

Dopo la chiusura dell’evento live via web, i fotunati che hanno assistito all’evento da varie sale cinematografiche del mondo (compresa una a Roma) collegate via satellite hanno avuto il privilegio di dare un’occhiata a ben 20 minuti di film.

Qui sotto, il video dell’evento:

Scopri tutto su Lo Hobbit: La desolazione di Smaug sul numero di novembre di Best Movie, in edicola da oggi, martedì 29 ottobre:

 


 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA