Una notizia riportata da Hollywood Reporter farà felici tutti quei nostalgici che da oltre vent’anni attendono il sequel di Tron, film fantascientifico della Walt Disney Pictures del 1982, sfortunato al box office ma presto divenuto un cult . Il regista Steven Lisberger, creò dal nulla il concetto di un universo visivo digitale con una storia incentrata su un programmatore che veniva scannerizzato all’interno di un computer e trasformato in un software in una specie di arena/videogioco dove doveva affrontare altri programmi. In un’epoca in cui Internet doveva ancora arrivare e i primi videogiochi cominciavano a diffondersi, il film rappresentò una grande novità grazie all’utilizzo della computer grafica, che allora stava compiendo i suoi primi passi e gli effetti speciali erano ancora gli stessi degli anni cinquanta. Al film seguì nel 2003 un videogioco che proseguì la storia proprio dove si era fermata nella pellicola. Il sequel dovrebbe essere affidato al regista pubblicitario Joseph Kosinski e prodotto da Steven Lisberger e Sean Bailey, mentre la sceneggiatura sarà nelle mani di due degli autori della serie tv Lost, Eddie Kitsis e Adam Horowitz. Resta il dubbio su quale possa essere l’arma vincente e innovativa di un film come questo all’epoca delle animazioni cui ci ha abituati la Pixar…

© RIPRODUZIONE RISERVATA