Sarà che i così detti “mocciani” sono tanti e soprattutto giovani (e quindi nel target del pubblico cinematografico); sarà che la curiosità di vedere un divo di casa nostra come Raoul Bova alle prese col suo primo ruolo in una commedia romantica era tanta. Sta di fatto che lo scorso weekend gli italiani hanno riempito (come non si vedeva da un po’ per un film italiano) le sale dove in programmazione c’era Scusa ma ti chiamo amore , adattamento dell’omonimo best-seller di Federico Moccia che lo ha personalmente diretto, incassando al debutto oltre 4 milioni 629 mila euro (per fare un confronto è più dell’intero incasso della commedia di Cristina Comencini Bianco e nero , che ha raggiunto un totale di 4 milioni 264 mila euro in tre settimane). Niente male se si considera che galline dalle uova d’oro come i famosi cine-panettoni di questo Natale avevano esordito con 3 milioni 853 mila euro, nel caso di Natale in crociera, e 2 milioni 883 mila, in quello di Una moglie bellissima . E per curiosare dietro le quinte del film e vedere le interviste ai protagonisti vi basterà navigare nel minisito che abbiamo realizzato ad hoc per il film. Tornando alla classifica, rimane stabile al secondo posto con un incasso di 2 milioni 53 mila euro American Gangster di Ridley Scott, che sorpassa così il fantascientifico Io sono leggenda , che a sua volta fa un bottino di 1 milione 233 mila euro al suo terzo weekend di programmazione, raggiungendo quota di 12 milioni 520 mila. Oltre al capolista, altri 4 esordi entrano nella classifica dei primi 10 di questo fine settimana. Si tratta dell’acclamata prova di regia di Sean Penn Into the Wild – Nelle terre selvagge , che troviamo al quinto posto, segue la toccante commedia di Rob Reiner Non è mai troppo tardi , resa speciale da due interpreti d’eccezione come Jack Nicholson e Morgan Freeman. Si piazzano invece all’ottavo e decimo posto l’horror di fantascienza Alien Vs Predator e la commedia fantastica Mr Magorium e la bottega delle meraviglie con Dustin Hoffman e Natalie Portman. Precipita dal terzo al nono posto L’allenatore nel pallone 2 , mentre lasciano la top ten il francese Cous cous , il Leone d’oro Lussuria – Seduzione e tradimento , il politico Leoni per agnelli , e, dopo sette settimane, Una moglie bellissima .

© RIPRODUZIONE RISERVATA