L’improbabile stilista austriaco, Brüno (Sacha Baron Cohen), protagonista del film omonimo (da noi a ottobre), conquista gli USA nella fiction ma anche nella realtà. Il protagonista della pellicola-fenomeno Borat (che al debutto americano, nel 2006, arrivò alla cifra di 26 milioni e 455 mila dollari) supera se stesso ed esordisce in vetta alla top ten americana con 30 milioni e 426 mila dollari. La commedia, diretta dallo stesso regista di Borat e sceneggiata dal protagonista Sacha Baron Cohen, scalza dal primo posto Transformers: La vendetta del caduto, che scende al terzo gradino del podio con poco più di 24 milioni di dollari incassati nell’ultimo weekend (e un totale che va oltre i 339 milioni). Al secondo posto, invece, troviamo le avventure preistoriche 3D de L’era glaciale 3: L’alba dei dinosauri (in Italia il 28 agosto) con 28 milioni e 500 mila dollari. Una lunghezza sotto il podio, troviamo il Nemico Pubblico di Michael Mann (nel Bel Paese il 18 dicembre), con 14 milioni di dollari. Scende di una posizione rispetto alla scorsa settimana, e diventa quinto, il Ricatto d’amore di Sandra Bullock (in Italia l’11 settembre) con 10 milioni e 507 mila dollari. Una notte da leoni (che in Italia regge al terzo gradino del podio dopo 4 settimane di programmazione) passa dal quinto al sesto posto con 9 milioni e 930 mila dollari. La seconda new entry della settimana, Una notte con Beth Cooper si piazza in settima posizione con 5 milioni di dollari (mentre in Italia non rientra neppure tra i primi 30). Dopo 7 settimane di programmazione, il film d’animazione 3D Up è ottavo con i 4 milioni e 656 mila dollari incassati nel weekend (273 milioni e 775 mila totali). Nono film in classifica è La custode di mia sorella, con Cameron Diaz (4 milioni). Decimo Pelham 123: Un ostaggio al minuto (da noi il 18 settembre), con 1 milione e 600 mila dollari. Esce dalla top ten Una notte al museo 2: La fuga, che in otto settimane ha incassato 170 milioni e 558 mila dollari.

Per guardare la tabella degli Incassi USA del weekend clicca qui

© RIPRODUZIONE RISERVATA