È il weekend di New Moon. Il film diretto da Chris Weitz che ha portato sul grande schermo il secondo capitolo della saga bestseller di Stephenie Meyer ha fatto tremare i botteghini d’oltreoceano con un incasso di 140,7 milioni di dollari. La cifra ha fatto subito schizzare il film al terzo posto dei migliori debutti di sempre degli incassi Usa, dopo Il cavaliere oscuro (158,4 milioni di dollari) e Spider-Man 3 (151,1 milioni di dollari). Il film registra quindi un netto miglioramento rispetto al primo capitolo: l’anno scorso Twilight, aveva debuttato con 69 milioni di dollari negli Usa raggiungendo un totale di 192 milioni di dollari alla fine della sua programmazione. Un successo con un’eco anche ai botteghini mondiali, dove, con 258,8 milioni di dollari, New Moon (per il quale sono già piovuti commenti in risposta alla nostra news New Moon: promosso o bocciato?) si è piazzato al settimo posto della classifica dei migliori weekend d’apertura che in questo caso è guidata da Harry Potter e il principe mezzosangue che lo scorso luglio aveva toccato i 394 milioni di dollari. Sono altre due le new entry della top ten americana dello scorso fine settimana: il film sportivo-drammatico The blind side, con Sandra Bullock, secondo con 34,5 milioni di dollari, e il film d’animazione Planet 51 (uscito anche da noi venerdì scorso), quarto con 12,6 milioni di dollari. Perdono posizioni il capofila di settimana scorsa, 2012, terzo con 26,5 milioni di dollari e un totale di 108 milioni, e il film in motion capture 3D A Christmas Carol (in Italia dal 3 dicembre), quinto con 12,2 milioni incassati nel weekend e 79,7 milioni in tre settimane. Lasciano la top ten il documentario sul tour mancato di Michael Jackson, This is it, che registra il record per un film concerto con 74 milioni di dollari in 4 settimane; il film caso Paranormal activity (in Italia dal 5 febbraio 2010), che totalizza 109 milioni di dollari in 9 settimane e il thriller horror con Cameron Diaz The Box (in Italia dal 15 gennaio 2010), che si accontenta di 14 milioni di dollari in 3 settimane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA