Quando i fratelli Russo hanno iniziato a lavorare sulla storia del terzo film su Captain America, Robert Downey Jr. non aveva ancora firmato il contratto che avrebbe garantito la sua presenza nell’opera. Per questo motivo, i due registi avevano pensato a un plot che nulla ha a che fare con Civil War, traendo direttamente spunto dalla storyline Madbomb, apparsa nei comics originali durante gli anni ’70 e incentrata su un ordigno che trasforma le persone di New York in un’orda di.. simil-zombi!

Un’idea, questa, che piaceva molto ai cineasti, dato che avrebbe costretto l’eroe a combattere contro i civili, ovvero quelle persone che aveva giurato di proteggere: «Abbiamo sempre cercato di metterlo davanti a questi dilemmi morali. Sarebbe stato un terzo atto interessante, perché se i civili sono gli antagonisti, come avrebbe potuto fermarli senza ucciderli? Delle persone che conosci sono state trasformate in zombi, e ora devi combattere contro di loro. Quella era la parte emotiva» – hanno dichiarato i nostri durante una recente intervista con Entertainment Weekly.

Insomma, affatto male no? Alla fine, però, il buon Downey Jr. ha accettato di far parte del progetto, quindi il film è stato poi costruito sulla sua faida contro Steve Rogers. E il resto, come si dice, è storia.

Fonte: EW

© RIPRODUZIONE RISERVATA