Il numero di Best Movie che trovate questo mese in edicola pubblica un ricco speciale dedicato al fenomeno Twilight . Di seguito vi proponiamo un assaggio dell’intervista alla protagonista femminile del film:

Ha solo 18 anni (è nata a Los Angeles il 9 aprile 1990) e anche se di professione fa l’attrice per hobby è una surfista perfetta. Nonostante la giovane età è già molto matura, cosa che l’ha portata a recitare in produzioni come Panic Room (di David Fincher, con Jodie Foster), Oscure presenze a Cold Creek (di Mike Figgis, con Sharon Stone), Il bacio che aspettavo (con Meg Ryan), Into the Wild (di Sean Penn, con Emile Hirsch).

Cosa ne pensi del fenomeno Twilight?
“Le persone amano davvero questo libro. La sua forza sta nel fatto che racconta l’amore impossibile di due ragazzi che devono combattere e morire per esso. Per ora è una trilogia, ma sta per uscire un quarto libro: se tutto va bene, dovremmo riuscire a portare al cinema l’intera serie».

Tu moriresti per amore?
“Difficile a dirsi. Non riesco nemmeno a immaginare di vivere per sempre. Vivere una volta sola è già abbastanza complicato…».

Qual è stata la scena di Twilight più difficile da girare?
“Quella in cui Edward mi rivela la sua vera natura. è un vampiro, ma con poteri intensificati: può correre più veloce di una macchina ed è fortissimo. C’è una scena, poco prima che mi riveli di essere un vampiro, in cui mi prende sulla sua schiena e si mette a correre sulla cima degli alberi. Siamo stati veramente in cima agli alberi, non abbiamo usato la tecnica CGI per ricreare quella sequenza. Immaginate le vertigini…».”

Per leggere il resto dell’intervista andate a pag. 48 di Best Movie di novembre, dove Kristen racconta cosa pensa del suo personaggio e svela come si è preparata a diventare Bella Swan.

Leggi l’intervista a Rober Pattinson

© RIPRODUZIONE RISERVATA