io sono leggenda

Io Sono Leggenda, il film del 2007 con Will Smith, è stato preso come esempio dal fronte dei cosiddetti No-Vax americani per non farsi vaccinare contro il Covid-19.

Lo sceneggiatore del film, Akiva Goldsman, ha rilasciato una dichiarazione schietta a riguardo, e ne ha approfittato anche per rispondere ad un articolo pubblicato dal New York Times sui lavoratori di New York restii a fare il vaccino. Nell’articolo, si legge infatti:

«Un dipendente si è detto preoccupato perché pensava che un vaccino avesse causato la trasformazione dei personaggi del film ‘Io Sono Leggenda’ in zombie. Le persone contrarie ai vaccini hanno diffuso questa affermazione sulla trama del film sui social media. Ma la piaga che ha trasformato le persone in zombie nel film è stata causata da un virus geneticamente riprogrammato, non da un vaccino»

Sulla questione è intervenuto anche lo sceneggiatore del film, che ha risposto sotto un thread su Twitter in cui veniva condiviso questo passaggio dell’articolo, con tanto di commento «Moriremo.Tutti.Prima.Di.Quanto.Immaginiamo». Goldsman – anche sceneggiatore di Hancock, King Arthur, La Torre Nera e Doctor Sleep tra gli altri – ha risposto a tono:

«Oh. Mio. Dio. È un film. L’ho inventato io. Non. È. Vero» QUI IL TWEET

Io Sono Leggenda è stato scritto assieme a Mark Protosevich ed è basato sull’omonimo romanzo del 1954 di Richard Matheson. Will Smith interpreta Robert Neville, un virologo dell’esercito americano che è l’ultimo sopravvissuto conosciuto a un’epidemia di zombie a New York. Robert trascorre le sue giornate cercando di trovare una cura per il virus zombie, mentre di notte deve respingere gli zombie cannibali.

Come chiarisce Goldsman, la trama del film non ha nulla a che vedere con le vaccinazioni che causano l’epidemia di zombie, e di conseguenza i No-Vax non dovrebbero prendere come esempio questo film per stabilire se sia giusto o meno vaccinarsi.

Foto: Warner Bros.

Fonte: IndieWire

© RIPRODUZIONE RISERVATA