Come tutti gli sceneggiatori Ivan Cotroneo è un nome poco conosciuto. Ma il successo della fiction Tutti pazzi per amore e di film come Mine Vaganti e La prima linea devono molto alla creatività e alla penna di Cotroneo. Presto diventerà regista del film tratto dal suo quarto romanzo La kryptonite nella borsa. Una storia ambientata a Napoli (la sua città natale) che ha come protagonista Peppino, un bambino di sette anni alla prese con la madre depressa per il tradimento del marito. Lo risolleveranno gli zii ventenni, che lo conducono in giro fra feste e collettivi femministi, la nonna sarta, specializzata in pantaloni a zampa d’elefante, e un personaggio strano di nome Gennaro, che, credendo di essere Superman, va in giro con una mantellina rosa da parrucchiere sulle spalle ed è ossessionato dalla kryptonite (il minerale che si trova nel pianeta Krypton dove è nato Superman). Tra le strampalate azioni di quest’ultimo troviamo anche quella di cercare di fermare gli autobus in corsa verso piazza Municipio. La pellicola sarà prodotta nel 2011 da Indigo Film (la casa di produzione che ha realizzato film come La ragazza del lago di Andrea Molaioli e This is must be the place, il nuovo film di Paolo Sorrentino con Sean Penn e Frances McDormand).

© RIPRODUZIONE RISERVATA