A chi non è un discreto conoscitore della storia americana il nome J. Edgar Hoover potrebbe dire molto poco, ma vi basterà sapere che è stato Direttore dell’FBI dal 1924 al 1972, ha resistito a otto mandati presidenziali ed è stato portato via dalla sua poltrona solo dalla morte. Un’autentica istituzione della cultura americana, sulla cui figura è aleggiato per decenni il mistero. Una figura  che viene ora raccontata da Clint Eastwood ripercorrendo i momenti più simbolici di cinquant’anni di storia americana all’interno di un quadro umano che indaga le sue difficoltà relazionali e il tema tabù della sua omosessualità…

Continua a leggere la recensione di Adriano Aiello, e scopri voto, “mi piace”, “non mi piace” e “consigliato a chi”

© RIPRODUZIONE RISERVATA