Sono probabilmente il dettaglio tecnico per cui J.J. Abrams è più famoso nel mondo, eppure lui stesso si rende conto di abusarne. Stiamo parlando, dovreste averlo già capito, dei lens flare, effetti ottici che chiunque abbia visto uno Star Trek riconosce senza problemi (per tutti gli altri, invece di perderci in noiose definizioni, c’è questa foto). Dei lens flare e delle ennesime dichiarazioni di Abrams a riguardo: intervistato da Craveonline Abrams, che già nel 2009 dopo il primo Star Trek aveva chiesto scusa per i troppi lens flare (definiti «ridicoli») e che oggi chiede di mettere agli atti quanto segue:

«So che tutti mi criticano per questo [i lens flare naturalmente, ndr]. Ma ci sono volte in cui sto girando una scena e penso: “Ehi, qui ci starebbe benissimo… un lens flare!”. So che esagero e di questo chiedo scusa, me ne rendo perfettamente conto. Una volta stavo mostrando a mia moglie una scena di Into Darkness e lei mi ha detto: “Non riesco a capire cosa succede. Non vedo proprio”. Sì, sono COSÌ stupido. Talmente stupido che ho dovuto chiedere alla Industrial Light & Magic di rimuovere i lens flare da un paio di scene. Il che se ci pensate è da idioti. Ma per un drogato, ammettere la dipendenza è solo il primo passo verso la guarigione».

Chissà se questi ragazzi potranno perdonarlo…

Leggi anche: Abrams, ovvero Star Wars con i lens flare dal blog di Luca Maragno.

Fonte: Crave

© RIPRODUZIONE RISERVATA