Con sette libri, otto trasposizioni cinematografiche all’attivo, una trilogia (Animali fantastici e dove trovarli) pronta a partire, parchi a tema e un merchandising planetario il Potterverso creato da J. K. Rowling ha raggiunto uno status leggendario. Facendo un salto indietro nel tempo, però, l’autrice ha rivelato di non essere stata affatto sicura che il secondo romanzo potesse eguagliar eil successo del primo.

In un dibattito moderato da una giornalista del Guardian, l’autrice britannica ha riflettuto sul suo passato.

«Ricordo che una settimana dopo aver firmato l’accordo con l’America, che mi aveva messo parecchio sotto pressione, un amia mica mi telefonò e disse “Immagino tu sia euforica”. Esternamente tutto sembrava perfetto, ma nel mio appartamento, dove conducevo ancora la mia vita da mamma single, tutto sembrava incredibilmente sommergente» ha spiegato. «Per la prima volta nella mia vita, potevo comprare una casa, il che significava sicurezza per me e mia figlia, ma il pensiero più ricorrente che mi passava per la testa era “Il prossimo libro potrebbe non essere all’altezza di questo». E così ho iniziato a covertire quel momento di trionfo in tragedia, nello spazio di appena cinque giorni».

La Rowling, interrogata, anche su quale sentimento l’abbia guidata e fatta resistere dopo aver ricevuto ben 12 rifiuti da 12 editori diversi, ha detto: «Adesso posso dirlo, anche se per tanto tempo non ero sicura di poterlo affermare con certezza, ma avevo una sicurezza su Harry, che la difficoltà sarebbe stata convincere qualcuno a pubblicarlo, perché c’è questo pregiudizio sulla lunghezza dei romanzi per ragazzi e per l’eventuale diffidenza nei confronti di un soggetto old-fashion come un collegio. Pensavo quindi che sarebbe stato difficile trovare qualcuno che lo pubblicasse, ma credevo nel fatto che sarebbe piaciuto ai lettori».

Animali fantastici e dove trovarli uscirà in Italia il 17 novembre 2016.

Leggi anche: J.K. Rowling svela via Twitter perché Harry Potter ha dato il nome di Severus Piton a suo figlio

© RIPRODUZIONE RISERVATA