I soprusi subiti da Harry, Ron e Hermione da parte di Malfoy e dei suoi “scagnozzi”, le angherie di James Potter contro il giovane e timido Piton non sono solo frutto di una fervida immaginazione! La mamma di Harry Potter, J.K. Rowling, autrice dell’intera saga (approdata da pochi giorni in sala con l’ultimo capitolo, Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 2) ha confessato di aver vissuto in prima persona atti di bullismo che hanno reso la sua adolescenza davvero traumatica, «un ricordo assolutamente orribile che vorrei cancellare». Una confessione – riportata dal Mail on Sunday -, che la scrittrice ha voluto condividere con una fan americana, Sacia Flowers, che tempo fa aveva inviato una lettera alla sua beniamina, ringraziandola per aver alleviato le sofferenze della sua giovinezza grazie al maghetto. E mai si sarebbe aspettata una risposta, tantomento così sentita. La ragazza, rimasta orfana dei genitori tossicodipendenti all’età di 13 anni, ha superato molti momenti difficili e il bullismo dei suoi coetanei, aiutandosi con le avventure di Harry Potter. «Le tue parole mi hanno davvero colpita – ha risposto la Rowling alla sua fan – e sono molto dispiaciuta per quello che è successo ai tuoi genitori. […] Ti capisco, l’adolescenza può essere difficile. Ero una ragazzina timida e lentigginosa […] e i miei compagni mi prendevano in giro per via del mio cognome». (Foto Getty Images)

(Fonte: Mail on Sunday)

Vai alla sezione Harry Potter

© RIPRODUZIONE RISERVATA