Con il settimo e ultimo libro -e successivamente con il settimo e ottavo film-, l’amata saga di Harry Potter si è conclusa rivelando ai milioni di fan in tutto il mondo i nomi dei figli del maghetto di Hogwarts: James Sirius, Lily Luna e Albus Severus. Se il primo è stato così chiamato in ricordo del padre e del padrino di Harry e la seconda invece in onore della madre e dell’amica Lovegood, l’ultimo porta invece i nomi importanti del più grande preside di Hogwarts e del professore che per 7 anni si pensava remasse contro i nostri eroi. Ma allora perché, in merito, dare questo nome al proprio figlio?

Certo, se si seguono i plot twist della trama si capisce immediatamente che Severus ha sempre aiutato il giovane Potter, ma per molti fan non è una risposta del tutto esaustiva, e così J.K. Rowling è tornata oggi sull’argomento, dopo che una sua follower via Twitter le ha domandato proprio il perché della scelta del nome. La risposta dell’autrice è stata: «Piton è morto per Harry spinto dall’amore che provava per Lily. Harry ha pagato così il suo tributo in segno di perdono e gratitudine»:

Successivamente, però, non felice della brevità della sua spiegazione, la Rowling si è addentrata più a fondo nell’argomento, scrivendo: «Lasciatemi dire questo: avete discusso per anni in merito a Piton. Adesso la mia timeline è nuovamente esplosa con amore & furia. Una cosa che non cambierà mai»:

In seguito, un altro follower ha scritto: «È strano tu abbia detto “in segno di perdono”, dato che Piton non agiva a causa del rancore provato nei confronti di Harry». L’autrice ha così ribattuto: «Non è così, temo. Piton proiettava su Harry tutto l’odio e la gelosia che provava per James»:

Infine, la scrittrice ha postato una sua riflessione mediante diversi tweet: «C’è una saggio intero che spiega il perché Harry abbia deciso di dare il nome di Piton al figlio, ma questa scelta va al cuore di chi Harry sia diventato dopo la guerra. Questa mattina mi sono ritrovata a pensare davvero molto al fascino che hanno le semplici dicotomie nel nostro incasinato mondo, e poi arrivate voi che tirate nuovamente fuori la questione di Piton! Davvero appropriato. Piton è fatto di sfumature grigie. Non può essere un santo: è troppo vendicativo e si comportava da bullo. Ma non può essere nemmeno un diavolo: è morto per salvare il Magico Mondo. In onore di Piton, allora, Harry sperava nel suo cuore di poter essere perdonato. Le morti e la Battaglia di Hogwarts tormenteranno Harry per sempre»:

Fonte: Twitter

© RIPRODUZIONE RISERVATA