Riuscirà Tom Cruise a fare di Jack Reacher, il protagonista dei bestseller thriller di Lee Child, un brand cinematograficamente forte come Mission: Impossible? Difficile dirlo per ora, ma le premesse – per il film in arrivo in Italia il 3 gennaio – non sono proprio incoraggianti. Ex investigatore militare divenuto un cane sciolto, un uomo senza casa e senza progetti che gira l’America senza fermarsi mai, ma risolvendo a ogni tappa un caso di polizia, Jack Reacher nei romanzi d’origine è un gigante alto quasi due metri, biondo, con i capelli a spazzola, e un fisico da culturista. Che c’azzecca allora il “nano” Tom Cruise, per giunta moro e non proprio massiccio? Mah…
Intanto, dopo avervi mostrato il primo teaser trailer del film, ecco una nuova foto con Tom Cruise e Robert Duvall, impegnati a fare la posta alla villa blindata de “Lo Zek”, il terribile villain russo senza dita interpretato da Werner Herzog.

Jack Reacher è tratto da La prova decisiva, edito in Italia da Longanesi. Il libro non è in realtà la prima avventura in ordine cronologico di Jack Reacher, almeno a seguire l’ordine dei romanzi, ma soltanto la nona. Racconta (SPOILER: chi non vuole saper nulla della trama si fermi qui) il processo ad un cecchino accusato di aver sparato sulla folla da un parcheggio sopraelevato, facendo cinque morti. In realtà qualcosa sembra non quadrare e ad indagare, in via non ufficiale, sulla faccenda arriva proprio Jack Reacher, che dell’assassino aveva fatto la conoscenza molti anni prima in circostanze non meno tragiche. Troverà sulla sua strada una banda di ex-sovietici disposti a tutto pur di proteggere il loro segreto.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA