Riunione di sex symbol a Hollywood: l’idolo delle teenager, il Robert Pattinson di Twilight, e l’uomo più sexy del mondo (parola di People), Hugh Jackman, saranno insieme in Unbound Captives, il film che segna l’esordio alla regia dell’attrice Madeleine Stowe (qualcuno la ricorderà al fianco di John Travolta in La figlia del generale e di Bruce Willis ne L’esercito dell’e 12 scimmie). L’inizio delle riprese del suo debutto dietro la macchina da presa è previsto entro la fine dell’anno, e corona un sogno inseguito a lungo, nato da una sceneggiatura scritta (sotto pseudonimo) dalla Stowe con il marito Brian Benben, e pensata nel ’93 come trampolino di lancio per l’attrice. La Fox ha corteggiato a lungo gli autori, pensando di affidare il progetto a Ridley Scott, ma la Stowe ha rifiutato le offerte generose della major (tre milioni di dollari, poi saliti a cinque), per mantenere il controllo sul film, che ora vedrà come protagonista – visti i sopraggiunti limiti d’età dell’autrice, oggi cinquantunenne – Rachel Weisz, nei panni di una donna il cui marito è ucciso, e i figli rapiti dai Comanche, nell’America del 1859. Ad aiutarla sarà Jackman (con la Weisz già nello sfortunato L’albero della vita), che ha accettato il ruolo un paio di settimane fa. Ancora oscuro, invece, il ruolo affidato a Pattinson.

© RIPRODUZIONE RISERVATA