Amori e antipatie di un regista, sentimenti che possono incidere sulla sceneggiatura di un film. Succederà in Guardiani della Galassia 2, il sequel delle avventure di Star Lord diretto da James Gunn, che ha annunciato sul suo profilo Facebook che non ci sarà posto per Richard Rider aka Nova, uno dei membri della polizia spaziale del pianeta Xandar. Sarà forse il caschetto di questo supereroe ad averlo infastidito così tanto? Scherzi a parte, il regista motiva la sua scelta in termini narrativi: «Vorrei che Quill fosse l’unico terrestre del film. Questa scelta è necessaria ed è d’aiuto per tutto il pubblico; non si può accontentare solo la manciata di fan di Nova. Mi dispiace se questo vi sconvolge; non ho niente contro questo personaggio, semplicemente, non è al momento funzionale alla narrazione.»

Ci sono dunque speranze per i fan di Nova? Secondo il fumetto della Marvel, che pure all’inizio aveva previsto il supereroe nel film, Richard Rider  ha vissuto a New York fino all’adolescenza, quando ricevette in eredità dei poteri a seguito della distruzione di Xandar. È apparso in Infinity GauntletThanos Imperative e in Infinity War. Ora, dal momento che nei film Xandar sta ancora custodendo una delle Gemme dell’Infinito, per intenderci, quelle di cui Thanos in Guardiani della Galassia era alla ricerca per ottenere il potere assoluto, una delle ipotesi più probabili è che se non apparirà nel sequel di James Gunn, Richard Rider trovi comunque la sua occasione cinematografica in Avengers: Infinity War.

Fonte: CBM

© RIPRODUZIONE RISERVATA