Vi ricordate quando un anno fa Joaquin Phoenix è andato al David Letterman Show e molti pensavano fosse un sosia del vero attore? Bene, il mistero s’infittisce sempre più. A una settimana dalla conclusione della 67esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia, il regista Casey Affleck ha dichiarato al New York Times che il suo documentario I’m Still Here, sugli ultimi due anni della carriera musicale di Joaquin Phoenix, è tutto una montatura. I sospetti c’erano, ma mancavano le prove. Ora che il film è uscito nelle sale americane, incassando solo 96 mila dollari nella prima settimana di programmazione, Affleck si è sentito in dovere di svelare a tutti la verità sul suo primo film dietro la macchina da presa: «È una splendida interpretazione. È la performance migliore della sua carriera. Non avevo intenzione di mentire a nessuno. L’idea di uno scherzo non mi era neanche passata per la testa. Volevamo creare qualcosa che sembrasse reale». Tra le prime difficoltà incontrate per la lavorazione del film è stata quella di convincere l’agente di Phoenix, Patrick Whitesell, a lasciare il suo cliente libero di interpretare un personaggio che perde la ragione e qualunque tipo di attrattiva. Ma Whitesell ha accettato e ha perfino preso parte al cast.

Ora che abbiamo scoperto che I’m Still Here era tutto finto, non stupisce sapere che Joaquin Phoenix potrebbe tornare a recitare. Secondo il Los Angeles Times l’attore starebbe vagliando diverse offerte e il suo prossimo film potrebbe venire diretto da Andrew Dominik, regista de L’assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford (2007), pellicola che valse una nomination all’Oscar per Casey Affleck, qui in veste di attore. Se la notizia è effettivamente vera, Phoenix dovrà lavorare duramente sulla propria immagine per poter riconquistare la fiducia del pubblico. Ma se non vedete l’ora di scoprire tutta la verità basta attendere fino al 22 settembre, giorno in cui l’attore sarà ospite del David Letterman Show, dove si spera confermi il suo ritorno nel mondo del cinema e faccia luce su questa sconcertante macchinazione.

Sotto, il trailer di I’m Still Here:

© RIPRODUZIONE RISERVATA